VISITA DEL PRESIDENTE DEL SENATO PIETRO GRASSO

Si comunica che lunedì 23 gennaio, alle ore 11:30, il Presidente del Senato della Repubblica Italiana, Pietro Grasso, e la sua Signora saranno in visita alle scuole italiane della sede di Sarrià.

Sarà l’occasione per illustrargli il funzionamento delle nostre scuole e per visitare alcune classi sia della Scuola dell’infanzia sia della Scuola primaria sia della Scuola media.

Ai invitano i docenti a cogliere l’occasione per spiegare agli alunni chi è il Presidente del Senato e qual è il suo ruolo nel nostro sistema democratico. Ricordo che sul sito dell’Istituto, tra le ultime news, è pubblicata anche una biografia del Presidente.

Pietro Grasso con la moglie all'inaugurazione dell'anno scolastico 2013Il Presidente Pietro Grasso con la moglie Maria Fedele
all'inaugurazione dell'anno scolastico 2013

MENSA SOLIDALE CON I TERREMOTATI

In collaborazione con la Società Ecoarrels, che garantisce il servizio mensa, la Cassa scolastica ha deliberato la partecipazione ad una iniziativa di solidarietà con le vittime del terremoto che ha colpito il Centro Italia che si terrà martedì 24 gennaio 2017, con un pasto ispirato alla cucina dei luoghi del terremoto.

24.01.2017 – Menù della solidarietà con i terremotati

1º piatto
BRUSCHETTE AL POMODORO

2º piatto
PASTA ALL’AMATRICIANA

Dessert
FRUTTA FRESCA DI STAGIONE

Al pasto solidale è stato invitato a partecipare anche Stefano Nicoletti, Console Generale d’Italia a Barcellona.

I contributi da inviare ad una Scuola della zona colpita dal terremoto vengono così raccolti:
- Società Ecoarrels, offre una parte del ricavato del servizio mensa del 24/01/2017;
- Cassa scolastica, mette a disposizione un fondo di solidarietà
- strong>Scuola dell’infanzia paritaria “M. Montessori”, mette a disposizione un fondo di solidarietà;
- genitori ed alunni, possono contribuire volontariamente mettendo una moneta (basta un euro) nelle scatole predisposte per raccolta fondi che si troveranno all’entrata della mensa.

Terremoto - Scuola amatriceAmatrice - La scuola danneggiata dal terremoto

3ª PRIMARIA – ACROYOGA

All’interno della programmazione di team le classi 3ªA e 3ªB ospitano la signora Verde Alexandra, madre di una delle alunne, per una lezione di Acroyoga.

Scuola primaria "M. Montessori" - Classi 3ªA e 3ªB
Educazione al benessere

ACROYOGA

con Alexandra Verde

Classe 3ªA – giovedì 26 gennaio ore 11:15 – 12:15
Classe 3ªB – giovedì 2 febbraio ore 11:15 – 12:15

Coordina la docente Monica Damiani

L'AcroYoga nasce dal felice incontro tra lo Yoga, il Thai Massage e l'Acrobatica. Queste tre discipline combinate tra loro danno vita ad una pratica che rende possibile praticare lo Yoga e Il Thai Massage sospesi, sostenuti da un compagno. E' una pratica sana e divertente che avendo le sue radici in discipline del benessere molto antiche porta molti benefici sia a livello fisico sia a livello mentale. A differenza dello Yoga tradizionale (o di altri stili di Yoga più moderni) l'AcroYoga porta i praticanti a lavorare assieme, fuori dal proprio spazio individuale del tappetino, favorendo il nascere di nuove amicizie e di uno spirito di gruppo molto forte. http://www.yoga-acrobatico.it/AcroYoga/AcroYoga/

Alexandra Verde  è la mamma di una alunna di terza ed ha partecipato a vari laboratori di acroyoga con bambini.

Acroyoga

3ª LICEO AL MUSEO PICASSO

Come previsto dalla programmazione dei Consigli di Classe, le terze della Scuola secondaria di 2º grado effettuano una visita didattica con le modalità di seguito illustrate.

Liceo scientifico “E. Amaldi”
Visita didattica al Museu Picasso

CUBISMO E GUERRA

Martedì 24 gennaio 2017, ore 11:00-15:10
Trasporto pubblico

Accompagnano i docenti: A. Perri, A. Tortorici

La mostra Cubismo e guerra, allestita al Museu Picasso di Barcellona, indaga l´opera di artisti che si trovavano a Parigi durante la Prima Guerra Mondiale e contiene circa una settantina di opere degli autori più rappresentativi del Cubismo. Pur essendo impossibile ignorare il massacro che stava avvenendo sul fronte occidentale, distante solo 100 km da Parigi, questi artisti si rifiutarono di testimoniare la guerra e si concentrarono soltanto sulle nuove possibilità che la sperimentazione cubista offriva. Per ulteriori informazioni si prega di consultare il collegamento.
http://www.museupicasso.bcn.cat/ca/exposicions/temporals/cubisme-i-guerra/

Juan GrisJuan Gris, Nature morte en face de la fenêtre ouverte (Place Ravignan), 1915
huile sur toile, 116 x 89 cm

SC. MEDIA – ANNUARIO SCOLASTICO

Il “Comitato viaggio di 5ª Primaria”, nell’ambito delle attività finalizzate alla raccolta di contributi per il finanziamento del viaggio in Italia degli alunni di quinta, sta realizzando un “Annuario scolastico” dove sono pubblicate le fotografie di tutti i bambini della Scuola primaria, divisi per classi, con il loro nome.

Su richiesta di molti genitori della Scuola media il “Comitato viaggio” offre anche agli alunni della secondaria la possibilità di avere il proprio “Annuario scolastico”. Le fotografie saranno prese lunedì 30 gennaio 2017 dalla fotografa Sonia Grases, mamma di un bambino di quinta. Sarà presente anche il signor Luca Cappuccio, designer grafico ed ex alunno della nostra scuola, e altri genitori del “Comitato viaggio”.

L’attività occuperà ciascun alunno solo per pochi minuti. Se qualche famiglia non intende consentire la partecipazione di proprio figlio all’iniziativa è pregata di compilare il tagliando riportato di seguito e di consegnarlo in Segreteria entro giovedì 26 gennaio.

3ª LIC EO – VIAGGIO DI ISTRUZIONE AL PORTOGALLO

I Consigli delle classi terze, hanno stabilito che il Viaggio di istruzione 2016-2017 avrà come meta il Portogallo, in particolare Oporto e Lisbona, e si terrà nella settimana dal 27 al 31 marzo 2017. Possibili accompagnatori saranno i docenti M. L. Merli, E. Ramazzini e A. Perri.

Per poter riservare il passaggio aereo e le strutture di accoglienza è necessario acquisire al più presto le adesioni delle famiglie al viaggio di istruzione. Per questo chiediamo ai genitori di confermare la partecipazione dei loro figli al viaggio versando un acconto di € 100,00 sul conto corrente della scuola, e facendo pervenire alla Segreteria il modulo di adesione, riportato qui sotto, debitamente firmato, entro mercoledì 25/01/2017.

Il costo totale preventivato del viaggio è di circa € 450,00 per alunno. La Cassa scolastica contribuirà alla spesa con € 20,00 per studente. In passato, inoltre, è stato possibile ottenere un contributo anche dalla Casa degli Italiani. Si ricorda infine che per le famiglie in difficoltà è possibile richiedere un aiuto direttamente alla Scuola.

Portogallo247_3ª Liceo - Viaggio di istruzione

LICEO – OLIMPIADI DI FILOSOFIA

Il Liceo scientifico ha aderito alle “Olimpiadi di Filosofia”, che hanno la finalità di approfondire contenuti filosofici, adottare nuovi elementi informatici nell’apprendimento della filosofia e di confrontarsi con l’insegnamento/approfondimento della materia nella realtà scolastica europea, ma anche extraeuropea visto che l’Italia partecipa alle International Philosophy Olympiads (IPO).

Le Olimpiadi di Filosofia sono gare individuali, articolate in due sezioni:
- Sezione A in lingua italiana con tre fasi (Istituto, Regionale e Nazionale);
- Sezione B in lingua straniera (inglese, francese, tedesco o spagnolo) con quattro fasi (Istituto, Regionale, Nazionale, Internazionale).

La selezione della fase d’Istituto prevede un’unica prova che si svolgerà giovedì 19 gennaio dalle ore 15.30 alle ore 17.30 presso il Liceo E. Amaldi. Tale prova prevede l’elaborazione di un saggio filosofico, scritto in lingua italiana (sezione A) o in lingua straniera (sezione B).

Gli alunni che desiderano partecipare dovranno consegnare la loro adesione al prof. Pilato che valuterà gli elaborati non solo per la partecipazione delle Olimpiadi di Filosofia, ma anche come compito scritto. Il voto ottenuto farà quindi media con le altre valutazioni scritte di filosofia del secondo periodo.

Per ulteriori informazioni consultare il sito web www.philolympia.org.

SocrateSocrate, Atene 469 a. C. - 399 a. C.

5ª PRIMARIA – VIAGGIO DI ISTRUZIONE IN SICILIA

Anche per quest'anno scolastico, come da tradizione, il Consiglio di interclasse della Scuola primaria ha organizzato un viaggio di istruzione in Italia per le classi quinte.

ASSEMBLEA
Per parlare del viaggio di istruzione in Sicilia viene convocata l'Assemblea dei genitori per lunedì 23 gennaio 2017, dalle ore 16:45 alle ore 18:00, presso la sede di Sarrià della Scuola italiana

DOVE SI VA
In Italia, in Sicilia, con alloggio a Catania “Hotel Le Dune” http://www.ledunesicilyhotel.it/index.html ed a Terrasini (Palermo) all’Hotel Terra del Golfo” http://www.hotelperladelgolfo.it/

QUANDO
Da domenica 21 a venerdì 26 maggio 2017.

ACCOMPAGNATORI
I docenti di Scuola primaria Caterina Bosco, Carles Cabasés, Mª José Darna e Luisella Rosatti; ai nostri maestri si affiancheranno gli animatori del “Gruppo educativo”, società cooperativa di Roma, che organizza il nostro soggiorno in Sicilia (http://www.bambiniinviaggio.it/default.aspx).

COSTO
Voli di andata e ritorno Barcellona/Catania e Palermo/Barcellona con la compagnia Vueling, soggiorno di 6 giorni e 5 notti con pensione completa, entrate e visite guidate, assistenza degli educatori, assicurazione in viaggio, per un costo di circa 590,00 euro. Acconto € 190,00 da versare entro la fine del mese di febbraio 2017 indicando cognome e nome dell’alunno. L’entità e la scadenza di versamento della seconda rata verranno comunicate successivamente.

243bis_Bozza di programma - Sicilia maggio 2017

Sicilia

BORSA DI STUDIO DELLA CASSA SCOLASTICA

Si comunica che anche quest'anno la Cassa scolastica ha messo a disposizione delle borse di studio per le famiglie in difficoltà.

La borsa di studio della Cassa scolastica consiste in un aiuto temporaneo, trimestrale, in alcuni casi prorogabile per altri due trimestri, che va a coprire il costo del contributo scolastico.

Oltre alla situazione di oggettivo bisogno, che deve essere dichiarata nell'allegato modulo di richiesta,  i requisiti per accedere alla borsa di studio sono:
1 - non aver ottenuto contributi dalla Casa degli italiani o da altri enti per l’intera quota annuale delle spese scolastiche;
2 - presentare un rendimento scolastico dell'alunno cui è destinata la borsa valutato positivamente dai docenti;
3 - avere la disponibilità a sostenere un colloquio con il Dirigente scolastico per eventuali verifiche.

Alla presente è allegato il modulo di richiesta della borsa di studio da presentare al Dirigente dell'Istituto entro il 10 febbraio 2017.

242bis_Modulo richiesta borsa di studio

 

COMMISSIONE MISTA SULLA TOLLERANZA

Su proposta della signora Antonella Calella e della signora Giorgia Sebastiani, rappresentante della Scuola primaria, classe 3ªA, il Consiglio di interclasse della Scuola primaria ha approvato la costituzione di una commissione mista genitori-operatori della scuola sui temi della tolleranza e della non violenza, con particolare riguardo alla prevenzione dei fenomeni di bullismno e di cyberbullismo.

La prima riunione della Commissione mista sulla tolleranza è convocata per lunedì 23 gennaio 2017, alle ore 17:00, presso la sede di Sarrià della Scuola italiana.

Alla riunione saranno presenti:
- il Dirigente scolastico;
- la psico-pedagogista della Scuola primaria, dott.ssa Monica Dei Cas, che viene proposta come coordinatrice dell’attività della Commissione;
- i genitori, signora Antonella Calella e signora Giorgia Sebastiani;
- le maestre Monica Damiani e Manuela Morante Fernández;
- la psico-pedagogista della Scuola secondaria, dott.ssa Gloria Comes;
- la Funzione Strumentale sull’inclusione, prof.ssa Gorchs y Cobes Maria Grazia.

ISCRIZIONI ANNO SC. 2017-2018

Si comunica che, secondo quanto indicato dalla Circolare del Ministero dell'Istruzione n. 10 del 15 novembre 2016, le  iscrizioni per l’anno scolastico 2017-2018 sono aperte dal 16 gennaio al 6 febbraio 2017.

L'iscrizione deve essere fatta tramite il formulario allegato, unico per tutti gli ordini di scuola. Il formulario può essere inviato via mail oppure può essere consegnato nella Segreteria della sede di Sarrià (Scuola primaria e Scuola secondaria di 1º grado) o in quella della sede di Pasaje Mendez Vigo (Liceo scientifico) entro il 6 febbraio 2017.

Si ricorda che il contributo di iscrizione è di € 160,00. Il pagamento dovrà essere effettuato entro il 06/02/2017.

Per coloro che scelgono l'opzione della domiciliazione bancaria, il contributo di iscrizione verrà addebitato:
- per il liceo con la retta del 3ª trimestre
- per la scuola primari e la scuola media con le rette del mese di marzo 2017.

Per coloro che scelgono di versare il contributo di iscrizione direttamente in banca (indicare il nome dell'alunno ed inviare la ricevuta, via mail, alla Segreteria) si riportano, nella circolare allegata, le coordinate bancarie.

239_Circolare iscrizioni 2017-18
239bis_Modulo iscrizioni 2017-18

5ª PRIMARIA AL GRAN TEATRE LICEU

Come previsto dalla programmazione delle visite guidate e dei viaggi di istruzione approvata dal Consiglio di interclasse, le classi 5ª A e 5ª B della Scuola primaria escono in visita didattica secondo le modalità di seguito illustrate.

Scuola primaria - Classi quinte
Uscita all’Auditori Gran Teatre del Lliceu

SPETTACOLO “IT DANSA”

Martedì 31 gennaio 2017 - Ore 09:45-12:45
Trasporto con mezzi pubblici

Accompagnano i docenti: Rosatti Luisella, Bosco Katia, Cabasés Carles

It-DansaIT Dansa è un progetto pedagogico creato dall’ “'Institut del Teatre de la Diputació de Barcelona” per facilitare ai giovani diplomati in danza il loro ingresso nel mondo professionale. Sotto la direzione di Catherine Allard presentano tre coreografie: “Ballo”, “Wad-Ras” e “Minus 16”.
https://www.liceubarcelona.cat/ca/temporada-2016-2017/dansa/it-dansa

PROVE DI EVACUAZIONE

Si comunica che la prossima settimana sono previste prove di evacuazione sia nella sede di Sarrià sia in quella del Liceo scientifico, secondo il seguente calendario:
- Liceo scientifico: martedì 17 gennaio 2017;
- sede di Sarrià: mercoledì 18 gennaio 2017.
234_Liceo - Prova di evacuazione
233_Sarrià - Prova di evacuazione

LICEO – RECUPERO DEI DEBITI SCOLASTICI

Dopo gli scrutini del 1º periodo, gli studenti che risultano insufficienti in una o più materie devono recuperare i loro “debiti scolastici” (le insufficienze) secondo le indicazioni fornite dai Consigli di classe (vedi schema allegato).

A seconda della gravità delle insufficienze e delle potenzialità degli studenti, i Consigli propongono quattro tipi di attività di recupero:
1 - il Corso di recupero; si tratta di un ciclo di lezioni, organizzato dall’insegnante della disciplina, di pomeriggio, in cui vengono spiegati nuovamente i principali nodi tematici delle materie; le famiglie che non intendono far partecipare i loro figli ai Corsi di recupero lo devono dichiarare compilando e firmando il modello allegato, che deve essere consegnato in Segreteria;
2 - lo Sportello; lo sportello ha compiti di consulenza e assistenza agli alunni nella promozione dello studio individuale; gli alunni possono usufruirre dello “sportello”, gestito dall’insegnante della disciplina, anche saltuariamente; devono programmare la partecipazione allo sportello con il proprio insegnante;
3 - recupero in itinere; riservato agli studenti che  possono colmare le loro lacune nel corso delle ordinarie attività didattiche;
4 - studio personale; segnala un’insufficienza che può facilmente essere superata tramite l’intensificazione dello studio personale dell’alunno.

IMPORTANTE
Alla fine dei Corsi di recupero vengono organizzate delle “prove di verifica” per stabilire se l’alunno ha effettivamente recuperato il debito scolastico (l’insufficienza). Anche a conclusione delle altre attività di recupero verranno proposte prove di verifica del recupero del debito scolastico.

VISITA DEL PRESIDENTE DEL SENATO PIETRO GRASSO

Il Console Generale comunica che lunedì 23 gennaio sarà in visita a Barcellona la seconda carica dello Stato italiano,  il Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso.

Alle ore 19:30 del 23 gennaio il Presidente incontrerà i connazionali presso la Casa degli Italiani. Parteciperanno tra gli altri anche il Console Generale d’Italia a Barcellona, Stefano Nicoletti,  il Presidente della Casa degli Italiani di Barcellona, Giuseppe Meli, ed il Presidente della Camera di Commercio italiana di Barcellona, Igor Garzesi. Il programma dell’incontro prevede un saluto di benvenuto del Console Generale,  alcuni brevi interventi di testimonianza di diverse realtà italiane operanti a Barcellona, seguiti da un discorso del Presidente Grasso e dalla firma del libro di onore della Casa.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. È obbligatria l’iscrizione da inviare entro e non oltre il prossimo giovedì 19 gennaio alle ore 13:30, tramite e-mail, ad entrambi i seguenti indirizzi di posta elettronica:
segreteria@casaitaliani.com
segreteria.barcellona@esteri.it
Nella e-mail di iscrizione deve essere indicato nome e cognome del partecipante ed estremi di un documento d’identità valido (Carta d’identità, Dni o Passaporto).
I partecipanti riceveranno conferma via email della propria partecipazione.

Grasso PietroIL PRESIDENTE GRASSO SI PRESENTA

Sono nato a Licata, in provincia di Agrigento, e cresciuto a Palermo, città che con la sua storia e il suo patrimonio di bellezza e insieme di violenza, ha influenzato le scelte più importanti della mia vita, sia sul piano familiare che su quello professionale.
Sono sposato con Maria dal 1970, nostro figlio Maurilio insieme a sua moglie Lara, entrambi funzionari della Polizia di Stato, ci hanno resi nonni di Riccardo.
La mia carriera di magistrato comincia nel 1969 a Barrafranca, in provincia di Enna, per proseguire a Palermo nel 1972. É qui che comincio ad occuparmi di reati contro l’amministrazione pubblica e di criminalità organizzata. Nel 1980 divento titolare dell’inchiesta sull’omicidio del Presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella.
Nel 1985 sono nominato giudice a latere nel Maxiprocesso a Cosa Nostra nato dalle indagini del pool antimafia: dal presidente Giordano sono incaricato di scrivere la sentenza, che si compone di circa settemila pagine per i 475 imputati. Quella sentenza stabilisce in modo inequivocabile l’esistenza della mafia, che molti ancora negavano, e la sua vulnerabilità.
Proprio per far conoscere la mafia come fenomeno criminale e sociale, attraverso analisi e studi, accetto nel 1989 la nomina di consulente della Commissione parlamentare antimafia presieduta prima da Gerardo Chiaromonte e poi da Luciano Violante.
Giovanni Falcone, nel frattempo nominato Direttore della Direzione affari penali del Ministero di grazia e giustizia, mi chiama con se nel maggio del 1991 come consigliere. In quei mesi iniziamo a disegnare nuovi progetti e nuove strategie di coordinamento dell’attività giudiziaria contro la criminalità organizzata: in quella sede viene decisa la nascita della Procura nazionale antimafia, delle Direzioni distrettuali e della Direzione investigativa antimafia. Purtroppo questo lavoro di architettura legislativa viene bruscamente interrotto il 23 maggio 1992 con la strage Capaci, seguita poche settimane dopo, il 19 luglio, da quella altrettanto cruenta di via D’Amelio.
Pochi mesi dopo vengo chiamato a sostituire Giovanni Falcone nella Commissione centrale per la definizione ed applicazione dello speciale programma di protezione a favore dei testimoni e collaboratori di giustizia.
Delle stragi del 1992 e del 1993 comincio ad interessarmi nelle mie nuove funzioni di coordinamento e di impulso, prima come sostituto poi come aggiunto, presso la Direzione nazionale antimafia.
Nel 1999 torno a Palermo come Procuratore capo della Repubblica. Il mio incarico palermitano dura fino al 2005: in questi anni vengono arrestate per reati di mafia più di 1.700 persone, e vengono consegnati alla giustizia 13 dei 30 latitanti più pericolosi.
Nel 2005 sono chiamato a capo della Procura nazionale antimafia, dove vengo confermato per un secondo mandato nel 2010 all’unanimità. Di questo periodo ricordo con particolare intensità i momenti precedenti la cattura di Bernardo Provenzano a Corleone l’11 aprile 2006, dopo 43 anni di latitanza.
Nell’autunno 2013 la mia esperienza di Procuratore nazionale antimafia si sarebbe conclusa, anche se sarei potuto restare in magistratura sino al primo gennaio 2020.
Ho però deciso di dare le dimissioni dall’ordine giudiziario, nel quale non potrò più tornare, di “spostarmi” in politica e di impegnarmi con il Partito Democratico per portare la mia esperienza in Parlamento, certo di poter dare il mio contributo al rilancio di temi importanti come la situazione delle carceri, la lotta alla criminalità organizzata, la difesa della legalità, la sicurezza dei cittadini e la riforma della Giustizia.
Il 16 marzo 2013 sono stato eletto Presidente del Senato della Repubblica.
(Tratto da http://www.pietrograsso.org/chi-sono-2/)